Lady Frankenstein e l’orrenda progenie

17 Gen dalle 17:00 alle 18:00

Elisabetta Marino e Carla Sanguineti presentano

 Lady Frankenstein e l’orrenda progenie

a cura di Anna Maria Crispino e Silvia Neonato

Lf

Sono passati 200 anni dalla prima pubblicazione di Frankenstein, il romanzo di Mary Shelley che ha messo al mondo uno dei più visionari, anticipatori, longevi e prolifici personaggi della storia della letteratura. Dal cinema ai fumetti, dai videogiochi alle serie TV la “cosa” partorita dalla mente di una giovane donna straordinaria in una strana estate senza sole si è saldamente installata nell’immaginario popolare come l’icona del Mostro, la causa e il ricettacolo di tutte le nostre paure, antenato di cyborg e replicanti, “manufatto in pelle” che spaventa e sconcerta per le inquietanti domande che pone sul nostro futuro. I sei saggi che compongono il volume, di Annamaria Crispino -Sara De Simone-Silvia Neonato- Giovanna Pezzuoli, Carla Sanguineti-Marina Vitale- agili e di appassionante lettura anche per i non specialisti pur nel loro rigore scientifico - ci raccontano la scrittrice e la sua vicenda esistenziale, indagano sull’opera “partorita” dalla sua mente e sulla produzione cinematografica che l’ha resa popolare anche per i non lettori, sul contesto dell’epoca, le influenze letterarie e politiche del primo romanticismo.

Elisabetta Marino è Professoressa Associata di Letterature di Lingua Inglese presso l'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Negli ultimi anni si è occupata prevalentemente del Romanticismo inglese (con particolare riferimento all’opera di Mary Shelley), di letteratura di viaggio, della letteratura asiatico-britannica e asiatico-americana. Tra le sue principali pubblicazioni: Tamerlano dalla letteratura inglese alla letteratura americana (2000), Introduzione alla letteratura bangladese britannica (2005), Mary Shelley e l’Italia. Il viaggio, il Risorgimento, la questione femminile (2011).

Carla Sanguineti ha costituito, insieme a enti pubblici e privati e associazioni femminili, l’associazione Amiche e amici di Mary Shelley nel 1997 in occasione del bicentenario della nascita di Mary Shelley con lo scopo di diffondere la conoscenza di questa autrice e delle sue opere, traducendole e presentandole al pubblico con conferenze, convegni, proiezioni di filmati e quanto venga giudicato utile. In collaborazione con il Centro Interuniversitario per lo Studio sul Romanticismo Università di Bologna ha realizzato la traduzione di Valperga o la vita di Castruccio degli Antelminelli Principe di Lucca di Mary Shelley (a cura di Lilla Crisafulli e Kear Ellam, Oscar Mondadori 2007), e ha effettuato numerosi Percorsi Shelleyani a Lerici, Genova, Viareggio. Dopo venti anni di attività indefessa insieme a studiose/i di tutto il mondo può affermare di aver raggiunto il suo scopo.               

AMICHE E AMICI DI MARY SHELLEY

Comune di Lerici - Comune di Viareggio - Provincia della SpeziaAMMICIF - Consulta femminile provincialeFidapa - Terziario Donna – Open Center Carrara - Centro Interuniversitario per lo Studio sul Romanticismo Università di Bologna- Società Italiana delle Letterate

Presidente Carla Sanguineti

Prezzo:

Entrance ticket

Dove:

Salone

Per prenotare o richiedere informazioni: contattaci